myshot underwater photo contest

MyShot ed. 2017 - 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011 - 2010

 

MYSHOT 2017 sponsored by:
 

Mares paralenz  
. . . . . . .
Decathlon Dan Europe  
. . . . . . .
             

English - click here / Italiano - clicca qui


Abbiamo il piacere di invitarti all'evento:

IL TOP NELLA FOTOSUB: UN POMERIGGIO INSIEME

Sabato 11 Novembre 2017 al Castello Visconteo Binasco (Mi)

myshot

Evento su Facebook, CLICCA QUI

   Programma

   ore 15.00:     Myshot Awards, la premiazione - Marco Daturi
   ore 16.00:     Un ambiente per le foto - Massimo Boyer
   ore 16.30:     Le Maldive per tutti - Dodi Telli
   ore 17.00:     Fotosub a portata di mano - Pietro Formis
   ore 17.30:     Eudi Photo - Angelo Mojetta
   ore 18.00:     Il mare cerca subacquei - Claudio Di Manao


Perchè questa location, il Castello di Binasco?

A Binasco nel 2003 è stato creato ScubaPortal e la sede è tuttora lì nella palazzina storia di fianco al Castello negli uffici di Zero Pixel Srl

Il castello di Binasco, in stile gotico è stato sede della signoria austro-spagnola, feudo dei Castaldo, dei Mendoza, dei Biumi e Recalcati; ma soprattutto vide la dominazione Viscontea, in particolare di Filippo Maria Visconti.

In questa fortezza Beatrice di Lascaris, contessa di Tenda, vedova di Facino Cane, passata a seconde nozze con Filippo Maria, che da lui ebbe morte la notte dal 13 al 14 settembre 1418, vittima innocente, come ella si proclamò fino all'ultimo istante. Sposa infelice, non valsero a salvarle la testa dalla scure gli estesi domini, eserciti poderosi portati in dote, il potere, contro la passione del duca per Agnese del Maino, il quale volle la sua morte assieme al paggio Michele Orombello. 

Altri ricordi da quelle mura, nel corso della Prima campagna d'Italia di Napoleone Bonaparte, il 24/25 maggio 1796 Binasco venne bruciata e saccheggiata, dalle truppe napoleoniche per ordine del Capo Brigata Lannes. I francesi vollero punire il paese per l'assembramento di rivoltosi e per l'uccisione di alcuni soldati francesi in avanscoperta, durante il passaggio dell'armata napoleonica, che si recava a Pavia per sedare la Rivolta di quel luogo, fomentata da cospiratori dell'Austria. Per rappresaglia vennero trucidate circa 200 persone tra la popolazione. Il pittore Giuseppe Pietro Bagetti al seguito documentò il fatto con disegni e dipinti. Binasco subì in passato altri saccheggi analoghi dai francesi, durante la guerra franco-spagnola (1648-1659).

Oggi Binasco è uno dei paesi più belli e caratteristici della pianura padana con i portici tradizionali di fronte al Castello, cascine e agriturismi nelle campagne circostanti.   Binasco su Facebook, clicca qui

.

Zero Pixel Srl - PIVA 09110210961 - info@myshot.it

Zero Pixel